VALCHIUSELLA

Una valle piemontese poco conosciuta, fuori dai percorsi turistici di massa, un gioiello da scoprire in tranquillità, offre spettacoli della natura quali le Le Guje di Garavot (d'estate si può fare anche il bagno) e le imponenti cascate di Fondo, che prendono il nome dall'ultimo paese della valle, Fondo, dove iniziano i percorsi a piedi o in mountain bike. Ricca di testimonianze preistoriche, visitabili percorrendo a piedi il "Sentiero delle Anime", e di archeologia industriale, quali le miniere di Traversella.
Da provare le numerose trattorie di ottima cucina piemontese, lungo tutta la valle.

CASTELNUOVO NIGRA

Castelnuovo Nigra, il più alto comune della Valle Sacra (820 metri di altitudine), ha dato i natali a Costantino Nigra (1828-1907), braccio destro di Camillo Benso Conte di Cavour e uno dei fautori dell'Unità d'Italia. Adagiato ai piedi della Quinzeina e della Punta Verzel, circondato da prati costellati dai fiori di narciso, protagonisti dell’omonima sagra di fine maggio. Piacevole la passeggiata nella via principale del paese, caratterizzata dalla presenza costante, in ogni giorno dell'anno, di Presepi Murali, di vari artisti, iniziativa nata nel 1998, in collaborazione con l'Associazione Artisti della Ceramica di Castellamonte.

CASTELLAMONTE

Castellamonte è adagiata a ferro di cavallo ai piedi della collina che è sormontata dal castello, a cui fa riferimento il toponimo "Castrum ad montem". Famosa in tutto il mondo per le stufe in ceramica, sede della Mostra della Ceramica, che si svolge ogni anno da fine agosto ad inizio settembre. Da visitare l'incompiuta Rotonda dell'Antonelli (l'architetto della Mole Antonelliana di Torino), il cui progetto iniziale prevedeva una basilica destinata a superare in grandezza persino la Basilica di San Pietro in Roma.
Nelle vicinanze, da visitare è Il Sacro Monte di Belmonte, posto nel comune di Valperga, nel 2003 è stato inserito dall'UNESCO nella Lista del Patrimonio Mondiale insieme ad altri sei Sacri Monti piemontesi.

PARCO NAZIONALE DEL GRAN PARADISO

E' il più antico Parco nazionale italiano. Si trova a cavallo delle regioni Valle d'Aosta e Piemonte. La storia del Parco nazionale del Gran Paradiso è strettamente legata alla salvaguardia del suo animale simbolo: lo stambecco. È infatti difficile fare un'escursione nel parco senza avvistarne gli animali, oltre allo stambecco, il camoscio e la marmotta. Il punto di partenza dal lato piemontese è Ceresole Reale, con il suo bel lago e l'imponente diga.

IVREA E IL CANAVESE

Capoluogo del Canavese, regione storico geografica del Piemonte, Ivrea è bagnata dalla Dora Baltea, ed è collocata al centro di un un'area formatasi da un grande ghiacciaio del Pleistocene, che in seguito al ritiro, dopo l'ultima glaciazione, ha dato vita ad una zona che si arricchì di numerosi laghi morenici, che ancor oggi circondano la città. Essi sono principalmente cinque, tra cui il lago Sirio
Famoso è il carnevale di Ivrea, che si svolge nel mese di febbraio, caratterizzato dalla "battaglia delle arance".